visualizzare il contenuto principale

L’iscrizione è valida solo dopo che Caritas ha comunicato l’accettazione. Dopo che questa è avvenuta, i genitori hanno 14 giorni di tempo per pagare il contributo richiesto.

Riduzioni

Con una riduzione dei costi di soggiorno, la Caritas offre anche a famiglie, anziani e bambini la possibilità di un soggiorno al mare, anche se al momento si trova in una difficoltà finanziaria (p.e. disoccupazione, lutto imprevisto di un erogatore della famiglia, disabilità, debiti ecc.). Se pensate, che al momento vi trovate in una situazione di bisogno, allora vi chiediamo di rivolgervi ai nostri collaboratori, che vi inoltreranno i moduli di richiesta. I moduli devono essere compilati e inoltrati con tutti i documenti necessari alla Caritas entro il 28 febbraio 2019. Entro aprile la Caritas vi comunicherà per iscritto la decisione presa.

Cassa Edile

La Cassa Edile della Provincia Autonoma di Bolzano elargisce anche per l’anno corrente ai figli dei loro assicurati, un contributo finanziario. Al contributo possono accedere bambini dai 0 ai 15 anni. Le domande di contributo (reperibili presso l’ufficio della Casse Edile) devono essere consegnate, insieme con un certificato di Stato famiglia, entro il 30 Giugno presso l’ufficio della Casse Edile stessa, mentre una copia andrà consegnata alla Caritas. Tutte le ricevute fiscali dovranno, al termine del soggiorno, essere consegnate alla Cassa Edile di competenza. Il contributo spettante per il soggiorno dei bambini sarà versato in seguito direttamente alla famiglia dalla Cassa Edile.

Nel caso in cui il vostro bambino non possa più prendere parte alle ferie, siete pregati di comunicarcelo immediatamente (Caritas, Ferie & Ricreazione; tel. 0471 304 340) anche se non avete ancora pagato il contributo!

Non è previsto un diritto di recesso ai sensi del Codice di Consumo (Communicazione ai sensi della Parte III, Titolo III, Capo I del d.lg.s 206/2005 - Codice di Consumo) – nonostante ciò Le accordiamo le seguenti condizioni di recesso: Quando avviene una disdetta Caritas trattiene comunque una commissione di 25,00€.

Se la disdetta viene comunicata fino a 14 giorni prima dell’inizio del turno, vi verrà restituito il contributo (verrà però detratta la commissione di 25,00€) Se la disdetta viene comunicata nei 14 giorni prima dell’inizio del turno, Caritas cercherà di riempire il posto lasciato libero. Nel caso in cui ciò avvenga, varrà la regola A. Se ciò non fosse possibile e la disdetta avvenisse per cause di forza maggiore (malattia, infortunio, morte anche di un famigliare fino al 2° grado…), riceverete da Caritas il 50% del contributo versato*.

Preghiamo di tenere in considerazione, che in caso di arrivo o partenza ritardata i giorni rimanenti non verranno rimborsati. In tutti gli altri casi di annullamento, Caritas tratterrà l’intero importo del contributo.

 

Queste disposizioni valgono anche nel caso in cui qualcuno non abbia ancora pagato il contributo per il turno prima della disdetta. In questo caso il contributo per l’annullamento o la commissione dovranno comunque essere pagati successivamente!

I casi di chi usufruisce di una riduzione o della cassa edile verranno trattati individualmente.

 

 


Condividi con i tuoi amici